M59A3275

C’è qualcosa di più dolce di una cheesecake alle fragole per imparare ad usare Adobe Photoshop Lightroom?

Questa torta è il grande classico per chi abbia mai cercato un dolce risvolto in una bella giornata di primavera: un morbido e cremoso ripieno sostenuto da una croccante crosta di biscotti sbriciolati, il tutto inondato da profumate e succose fragole fresche.

Semplicemente meraviglioso.

Ma oggi, visto anche il meteo ballerino, non siamo qui a tessere le lodi di questo dolce incontro, bensì sul dramma che incontreremo dopo: la gestione dello scatto che abbiamo realizzato per immortalare questo dolce momento.

Per ottenere il massimo dalle immagini dei nostri piatti non basta saper scattare delle belle foto, dobbiamo anche saper gestire il file che abbiamo generato.
No, non sarà un pesante post per geek, piuttosto una piccola introduzione al fantastico mondo della post produzione dei file, ovvero: 3 trucchi per post produrre velocemente una cheesecake alle fragole con Adobe Photoshop Lightroom.

La differenza tra saturazione e vividezza
Per fugare subito ogni dubbio, chiariamo che sono due regolazioni con scopo simile ma fondamentalmente diverse. La saturazione agisce su tutti i colori i maniera lineare, ovvero tutti i colori dell’immagine vengono saturati o desaturati nella stessa quantità a seconda del valore che diamo alla regolazione.

vividezza

La vividezza invece non è lineare, mantiene quasi inalterati i colori più saturi (evitando però la sovraesposizione) e agisce su quelli meno saturi. In questo caso è un’ottima soluzione per gestire il rosso acceso delle fragole in una ambientazione così chiara e monocromatica.

Le tonalità del rosso
Mi è capitato spesso di trovarmi in difficoltà davanti a piatti ricchi di ingredienti rossi, anche dopo il bilanciamento del bianco per riportare l’immagine alle tonalità reali, il rosso risulta sempre un po’ troppo acceso e con una tonalità quasi irreale.

rosso
Per non compromettere i colori di tutta l’immagine dobbiamo intervenire solo sul colore che ci interessa, in questo caso Lightroom ci viene in aiuto con un pannello con tutte le tonalità e un pratico contagocce per andare a campionare proprio la tonalità che ci interessa. Quando il rosso ci sembra troppo irreale basta scaldarlo spostando la tonalità rosso e arancio verso il giallo.

Come e quando utilizzare la chiarezza
La chiarezza è molto utile quando si hanno delle immagini morbide ma ricche di dettagli, perchè va ad agire sul contrasto dei mezzitoni lasciando quasi del tutto invariato il contrasto globale dell’immagine.

chiarezza

In pratica rende l’immagine più croccante, ma deve essere usata con parsimonia altrimenti si rischia di creare aloni intorno ai contorni degli oggetti.

Bene, per oggi direi che questa piccola introduzione a Adobe Photoshop Lightroom può bastare, adesso mi posso tuffare in una profumata cheesecake alle fragole.

mix