IMG_7768

Un dessert facile e veloce per capire le regole base della composizione dell’immagine.

Visto che la primavera tarda a venire, quale migliore occasione per dedicarsi al comfort food per eccellenza?

La mousse al cioccolato è un’ottima soluzione per risollevare giornate buie e piovose, ritrovando un angolo confortevole.

Ma questo semplice e goloso dessert non è solo in grado di risolvere i nostri sbalzi umorali, potrebbe anche svelare i misteri della composizione fotografica.

Come possiamo rendere interessante il soggetto da fotografare solo attraverso la composizione dell’immagine?

Quali sono le regole che rendono una composizione equilibrata ma dinanica al tempo stesso?

La fotografia, essendo parte delle arti visive, segue le regole compositive della pittura come la regola dei terziovvero quelle regole di composizione e percezione visiva che si rifanno alla sezione aurea.

E’ più facile a farsi che a dirsi.

La sezione aurea detta anche proporzione divina, deriva dal numero aureo scoperto da Fibonacci, questo numero è il rapporto tra dimensioni e proporzioni che si riscontrano in natura e definiscono in un certo senso l’armonia.

La sezione aurea è stata utilizzata in molte forme d’arte proprio con lo scopo di realizzare composizioni efficaci e piacevoli, soprattutto nella pittura. Semplificando al massimo questa regola di proporzioni si ottiene la regola dei terzi, ovvero un reticolo di 4 segmenti (2 orizzontali e 2 verticali) che dividono idealmente l’immagine in 9 sezioni uguali. Le 4 intersezioni ottenute saranno i punti focali dell’immagine, dove cadrà quindi l’attenzione dello spettatore.

In pratica la regola dei terzi ci suggerisce di porre il soggetto della nostra immagine in una delle 4 intersezioni dei segmenti, per valorizzarlo e renderlo più interessante.

Ecco svelato uno degli utilizzi della griglia all’interno del mirino della fotocamera.

Questa regola di armonia si può applicare a tutte le composizioni fotografiche, non solo al food e still life. In un primo momento risulterà un po’ macchinoso, ma aiutandosi proprio con la griglia all’interno del mirino della fotocamera sarà più facile e con il tempo risulterà naturale ed automatico.

Mousse al Cioccolato

• 500g cioccolato a piacere (fondente, latte…)
• 6 uova freschissime
• 1 pizzico di sale

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e lasciatelo intiepidire. Montate a neve gli albumi delle uova con un pizzico di sale, poi incorporate il cioccolato fuso mescolando con delicatezza avendo cura di non smontare il tutto.
Riempite 6 coppette con la mousse ottenuta, guarnite con un po’ di scaglie di cioccolato e lasciate riposare in frigo almeno tre ore prima di servire.