letargo

Siamo ufficialmete rientrati nella stagione della caccia al muffin, polenta e degustazioni di minestrone.

“….Nei mesi precedenti al letargo, gli esemplari di pyondi femmina, fanno scorta di miele, vino e formaggio ed iniziano la produzione di muffin….”

Finalmente il letargo: la mattina tazze bollenti di caffé e tanti biscotti al cioccolato ancora caldi. Andare a letto coi calzettoni di lana, tirare fuori il cappotto dell’anno scorso con ancora le briciole e scontrini nelle tasche.

Maglioni a collo alto, guanti coi buchi per poter fumare, sciarpa, cappelli e cappellini, poncho di lana, ma soprattutto Ponci.

Possiamo riscaldarci con litri e litri di vin brulé, disegnare sulla condensa alla finestra mentre si fa il minestrone, andare mangiare le caldarroste in via Torino.

Ma soprattutto, finalmente vellutate e vellutate !

….e tutto ciò che si può mangiare in comode ciotole davanti alla tv con le gambe incrociate sul divano e il plaid.

VELLUTATA DI ZUCCA

  • Zucca 500g
  • Porro 1
  • Patata 1 media
  • Curry e Paprika 1 cucchiaino
  • Olio
  • Dado per brodo vegetale 1
  • Farina 1 cucchiaio
  • Parmigiano
  • Sale

Pulite zuccca e patata, dopo averle fatte a pezzettoni, lessate in acqua salata. Tagliate il porro a rondelle e soffriggetelo in un tegame con un po’ d’olio, sale e farina. Scolate zucca e patate e fatele saltare nel tegame coi porri. Lentamente aggiungete 2 ramaioli il brodo che intanto avete fatto col dado. Lasciate cuocere per una ventina di minuti a fuoco basso. Frullate il tutto, fino ad ottenre la giusta densità, liscia ma non troppo liquida. Se il composto risulta troppo denso aggiungete a posteriori un altro ramaiolo di brodo. Prima di servire, spolverare di curry, paprika e parmigiano.

Coi crostini di pane integrale è la morte sua.

Mentre cerco qualcuno che venga con me a mangiare le caldarroste per le strade gelate di Milano, mi godo il teporino della cucina e il profumo del pane che esce dal forno e mi chiedo:

Ma quante varianti sul tema vellutata esistono ?

Chiaramente mille e mille. Ma un’ altra delle mie preferite rimane la vellutata di Lattuga.  Molto delicata ma con un sapore sicuramente più particolare ed insolito.

La ricetta è praticamente identica, si sostituisce alla zucca la lattuga. Per renderla più cremosa si aggiunge un dl di panna e si preferisce il pepe al curry e paprika.

Provare per credere.