mini-crostate

“……..Qualche volta tornando a casa da scuola, con una fame da lupi, sentivo un odore paradisiaco.
La zia avrà fatto un dolce
pensavo, e correvo ad abbraciarla. La zia si meravigliava:

-Un dolce? Nemmeno per idea.
Ma un risolino spuntava dalle labbra.
-E questo odore?
Allora ammetteva:
-Però non si può mangiare, deve riposare
-E QUANTO deve riposare?
-Fino a domani.
-Fammelo almeno vedere!!!
-No, deve stare nella credenza, coperto da un telo.

Non ci fu verso, dovevo rassegnarmi. Finalmente arrivava l’indomani e, dietro mie insistenti richieste, la zia andava a prendere il dolce e lo posava sul tavolo con solennità. Sembrava una CERIMONIA: sollevava con delicatezza il telo e lo scopriva.
Era una crostata.
Una bellissima crostata profumata.
Io no dovevo avvicinarmi mentre lei prendeva un coltello adatto e si accingeva a fare il primo taglio. A dire il vero la prima fetta fu mia: la presi come una cosa santa e poi comincia a mangiarlo con religione: era la fine del mondo! ………..”

Tutte le volte che mia nonna mi racconta queste storie sulla sua infanzia e sulla cucina della zia, rimango sempre ad ascoltarla a bocca aperta e sognate, nella speranza che un po’ delle doti culinarie della zia siano arrivate anche a me.
Chissà.
Intanto uno special thanks alla Signora Mity Martini, che ha trovato il tempo e la voglia di scrivere la storia e la ricetta segretissima della zia:

GRAZIE MILLE NONNA!

Custodirò gelosamente la ricetta originale, mi son solo permessa di interpretarla un po’….. da Crostata a Mini-crostate!

Mini Crostate al Cioccolato

Ingredienti :

  • Farina 250g
  • Zucchero a velo 100g
  • Uova 4 tuorli
  • Burro 90g
  • Scorza d’arancio
  • Cioccolato fondente 100g
  • Latte 1/2 bicchiere
  • Sale un pizzico

Procedimento

Lavorare velocemente gli ingredienti (prima uova, burro e zucchero, poi aggiungere la farina e la scorza d’arancio) e farlo riposare per un’ora o due, altrimenti impazzisce (si sbriciola). Nel frattempo, sciogliere a bagnomaria il cioccolato ed aggiungere un po’ di latte per renderlo più cremoso.

Stendere l’impasto con un mattarello, su un piano infarinato, cercando di mantenere uno spessore uniforme non superiore ai 4 mm. Con un coltello o delle formine, suddividere in parti uguali l’impasto, della dimensione che più ci aggrada per delle mini-crostate (queste son davvero piccoline, piccole come biscotti! ). Con un cucchiao spalmare il cioccolato su ognuno, con i ritagli di pasta avanzata coprire ogni mini-crostata. Cuocere a 170° per 20 minuti.

Lasciare riposare per un giorno, in un luogo chiuso e buio.